Andata+Ritorno: percorsi migratori tra l’Italia e il Senegal


È on line il cahier nr. 1 di Roma-Dakar, clicca qui per leggere gratuitamente la pubblicazione.

A chi pensa che il «discorso sulle migrazioni» abbia bisogno di ribellioni e di uno sguardo nuovo; a chi sa intrecciare l’analisi delle migrazioni con una lettura più vasta delle trasformazioni contemporanee; a chi guarda ai percorsi migratori come a un «fatto sociale» innovativo e costitutivo della modernità; a chi sa che il migrante, prima di essere qui, era in un luogo, il suo luogo di origine; a chi sa che il migrante ha alle spalle una storia, un’esperienza, un’origine di classe indipendente dal paese in cui migra;  a chi è interessato a una visione metropolitana delle migrazioni internazionali: dall’Europa all’Africa, dall’Italia al Senegal, dalla città di Roma a quella di Dakar.

In questo numero offriamo uno spaccato sulle «migrazioni di ritorno» dall’Italia al Senegal; vi si troverà l’esposizione dei risultati raggiunti da una inchiesta condotta nel 2016 dall’associazione Roma-Dakar nell’ambito del progetto Ritorno consapevole (vedi l’articolo di Ceschi), una rappresentazione dei problemi regolativi dovuti a una legislazione ancora inefficace nel disciplinare le migrazioni di ritorno (vedi gli articoli di Santini, Melchioda-Pittau-Bea, Angelelli), un tentativo di quantificazione del fenomeno del «ritorno dei migranti» (Melchionda-Pittau), un articolo sull’immaginario cinematografico europeo e africano legato al ritorno (Mecozzi).


Documents