Demal te niew: un documentario sulle migrazioni di ritorno


di Redazione

“Demal te niew” significa  “Va’ e torna” nella lingua wolof. È un webdoc, un documentario interattivo, un modo originale di raccontare le storie di tre migranti di ritorno.

È nato da un’idea di due italiane, Silvia Lami e Marcella Pasotti, che lavorano come cooperanti internazionali in Senegal ed è stato realizzato grazie al contributo dello European Journalism Centre.

Nata da un’idea di due italiane che lavorano come cooperanti internazionali in Senegal e realizzato da un team multidisciplinare grazie al contributo dello European Journalism Centre.

Il documentario, pubblicato per la prima volta sul settimanale l’Espresso, offre un punto di vista originale sulle migrazioni. Parte dall’affermazione che le strade della migrazione non sono fatte di sensi unici e mostra le aspettative, le realizzazionie  le diffocltà di alcuni “migranti di ritorno”, una categoria eterogenea, che comprende chi, dopo aver vissuto per lunghi periodi all’estero, decide di scommettere in un futuro nel luogo in cui è nato.

Per vedere il documentario clicca qui