Il programma PLASEPRI


Il PLASEPRI è l’acronimo in francese di Piattaforma di Appoggio al Settore Privato e alla Valorizzazione della Diaspora Senegalese in Italia. Il programma è frutto di un accordo di cooperazione tra Italia e Senegal siglato il 5 agosto 2008. Il programma prevedeva un finanziamento a credito di aiuto del Governo italiano al Governo senegalese pari a € 20.000.000 ed un finanziamento a dono di € 3.700.000. Il Governo senegalese contribuisce con un apporto equivalente a 350.000 euro.

Il programma intendeva valorizzare il potenziale economico della comunità senegalese in Italia. In attesa di una valutazione d’impatto del programma, va ricordato che l’obbiettivo principale di PLASEPRI era di fare della diaspora senegalese in Italia una leva per una azione organica di partecipazione allo sviluppo del Senegal a partire dal rafforzamento del settore privato tramite la creazione d’imprese.

PLASEPRI è quindi un modello di sostegno all’iniziativa privata e di promozione di un nuova imprenditoria tra gli immigrati senegalesi in Italia. Il fatto che questo programma sia nato nell’ambito della cooperazione bilaterale tra Italia e Senegal si spiega per il fatto che vi era la volontà di ispirarsi all’esperienza italiana che ha visto un protagonismo molto dinamico degli emigrati italiani nel creare attività imprenditoriali di successo. Inoltre si riteneva e si ritiene tuttora che il modello italiano delle piccole e medie imprese sia esportabile in Senegal anche tramite gli immigrati senegalesi in Italia.

L’obiettivo specifico era di aumentare il volume di investimenti produttivi da parte delle PMI per generare opportunità d’impiego soprattutto nelle regioni a più forte emigrazione. L’investimento in tecnologie era inteso a migliorare la competitività dell’impresa a livello di qualità e di produttività quindi a mantenerla viva. Ciò potrà portare inoltre un incremento di qualifiche dei suoi addetti.

Ci si attendeva che il programma potesse raggiungere i seguenti risultati: (1) condizioni competitive per il finanziamento di investimenti produttivi; (2) aumento del portafoglio degli intermediari finanziari locali (IFL) dedicato agli investimenti e all’impiego durevole con particolare enfasi all’iniziativa femminile e dei senegalesi residenti all’estero; (3) miglioramento della gestione e della competitività delle PMI e IFL beneficiarie; (4) migliore coordinamento fra il sistema di informazione economica senegalese in Italia, gli investimenti della diaspora e i piani di sviluppo locale in Senegal; (5) maggiore integrazione dei senegalesi in Italia; (6) maggiore sensibilizzazione e capacità dei ministeri partner all’assistenza tecnica ai sistemi della PMI e degli IFL; (7)maggiore partecipazione, in termini di investimenti, soprattutto a livello rurale.

Il programma è ancora in attesa di una valutazione attenta e ufficiale, ma gli esiti sono generalmente ritenuti deludenti, perché l’ammontare ingente dell’investimento richiesto e le complicazioni burocratiche connesse, non sono parse alla portata del migrante senegalese medio. Le iniziative più recenti parrebbero avere di mira lo sviluppo di iniziative imprenditoriali meno complesse.

Link esterni

FEnaSe – Faire enterprise au Senegal. Il programma Plasepri