Istituzione di uno statuto del migrante di ritorno


Poiché in Italia il panorama delle migrazioni si fa facendo sempre più maturo, con sempre più evidenza verranno alla ribalta le esigenze di quei lavoratori migranti che aspirano a concludere la loro partecipazione al contesto produttivo, e tra questi in particolare coloro che aspirano al ritorno nel paese di origine. La condizione della diaspora senegalese appare da questo punto di vista esemplare nell’illustrare le difficoltà cui vanno incontro i progetti migratori di tipo circolare, specie oggi a causa della prolungata crisi economica che si è abbattuta sull’Italia e sull’Europa e che sta degradando la condizione sociale anche dei lavoratori stranieri.

Da qui nasce l’esigenza di mettere a fuoco una sorta di “statuto del migrante di ritorno” a beneficio sia del paese di provenienza che di quello di ricezione dei migranti.

Allegati